Processo di definizione dei PDP per BES

Processo di definizione dei Piani Didattici Personalizzati (PDP) per BES certificati :
  • Colloquio preventivo all’iscrizione degli alunni DSA o con altro tipo di disturbo evolutivo specifico: la famiglia, soprattutto per i casi con diagnosi di maggior complessità, richiede un incontro preventivo di conoscenza e di approfondimento con il Referente per l’inclusione.
  • Iscrizione:
    1. a) La famiglia provvede all’iscrizione con indicazione alunno entro le scadenze stabilite dal MPI (Ministero Pubblica Istruzione)
    2. c) La famiglia porta in segreteria la documentazione / certificazione redatta dagli specialisti
  • Formazione classi: nei mesi che precedono l’avvio dell’anno scolastico, le informazioni acquisite dal Referente per l’inclusione, sul numero e tipologie delle certificazioni, vengono messe a disposizione della commissione formazione classi
  • Analisi documentazione: all’inizio dell’anno scolastico, il Coordinatore della classe a cui lo studente è stato assegnato prende in esame tutte le informazioni e le condivide con i colleghi  del Consiglio di classe per focalizzare i bisogni così da individuare le misure compensative e dispensative da inserire nel PDP
  • Consigli di Classe dedicati: nel mese di ottobre il Consiglio di classe incontra la famiglia per ascoltare i genitori e condividere le strategie didattiche
  • Predisposizione del Piano Didattico Personalizzato (PDP): il docente di Coordinatore di classe, dopo un congruo periodo di osservazione e in collaborazione con il Consiglio di Classe, redige il PDP
  • Approvazione e condivisione del PDP: entro il 30 novembre, il docente di Coordinatore di classe, in collaborazione con il Consiglio di Classe, presenta il PDP alla famiglia, che dopo averlo visionato lo sottoscrive per accettazione. Dopo la firma del Dirigente scolastico, una copia del documento viene consegnata alla famiglia mentre una seconda copia viene conservata nel fascicolo dello studente
  • Aggiornamenti: il PDP viene ripreso in esame in ciascun anno scolastico per eventuali aggiornamenti.
Processo di definizione dei Piani Didattici Personalizzati (PDP) per BES non certificati:
  • Qualora vengano osservate difficoltà riconducibili a disturbi evolutivi specifici non diagnosticati o legati a fattori sociali, economici, linguistici e culturali, è “peculiare facoltà” del consiglio dei docenti di classe proporre alla famiglia percorsi di individualizzazione e personalizzazione da formalizzare in un PDP predisposto sulla base di considerazioni pedagogiche e didattiche
  • Nel caso di alunni stranieri gli interventi sono volti all’apprendimento della lingua italiana attraverso l’attivazione di corsi di L2 oramai strutturali date le precipue caratteristiche di un territorio a forte incidenza Solo in casi particolari si farà ricorso ai PDP