Percorsi per l’anno scolastico 2021/2022

ALCUNI PERCORSI DI EDUCAZIONE CIVICA DEL NOSTRO ISTITUTO PER L'ANNO SCOLASTICO IN CORSO

PROGETTO SMART BOXS – RETE SCUOLE CONTRO IL BULLISMO E CYBERBULLISMO

Piattaforma Generazioni Connesse - Tutte le classi

 Progetto di rete che ha come scopo la formazione e la sensibilizzazione degli studenti, dei docenti e delle altre componenti scolastiche in questo ambito, attraverso la partecipazione alle piattaforme ELISA, GENERAZIONI COMNNESSE e SMART BOXS nonché la creazione di team d'istituto e di rete con funzioni specifiche di prevenzione, controllo e contrasto: Team Antibullismo e Team per l'emergenza. Coinvolgendo competenze trasversali e di cittadinanza attiva, il progetto rientra nell'ambito legato alla Cittadinanza Digitale, e si declina nella conoscenza e riflessione sulle regole, sulle responsabilità individuali e sui risvolti penali del mondo virtuale. Promuove inoltre, nella comunità scolastica, l'attenzione per la sicurezza e la serenità delle relazioni interpersonali e dell'ambiente in cui si svolgono, garantendo, attraverso specifiche figure referenti, ascolto, sostegno e presa in carico nell'insorgenza di eventuali casi problematici.


 EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’

Docenti interni ed esperti - Tutte le classi

 Laboratori didattici finalizzati ad una maggior conoscenza e consapevolezza del fenomeno mafioso per promuovere il contrasto ad esso, declinati nei diversi anni di corso sulle tematiche delle vittime di mafia (classi prime), della cultura mafiosa (classi seconde), dello sfruttamento e trasformazione del territorio da parte delle mafie e riutilizzo dei beni confiscati (classi terze), dei testimoni e collaboratori di giustizia (classi quarte), delle origini ed evoluzione storica del fenomeno (classi quinte)


COMUNICAZIONE NON OSTILE

Docenti interni - Classi prime, terze, quarte

 Seguendo il progetto di sensibilizzazione contro la violenza delle parole promosso dall’Associazione Parole O_stili e condividendone i principi, si dà spazio ad un itinerario formativo finalizzato a responsabilizzare ed educare a forme e stili comunicativi che non solo contrastino l’uso smodato del linguaggio d’odio in Rete (Cittadinanza Digitale), ma favoriscano atteggiamenti di rispetto e civiltà fondati sul dialogo e sullo scambio comunicativo autentico, accogliente ed inclusivo (Costituzione, diritto, legalità e solidarietà)

In particolare, attraverso incontri laboratoriali tenuti da docenti di Filosofia dell’istituto, si propongono approfondimenti legati di volta in volta alle diverse declinazioni del Manifesto della Comunicazione non Ostile (per lo Sport e per la Pubblica Amministrazione - classi prime, per l’Inclusione - classi terze, per la Politica - classi quarte), promuovendo nei giovani il passaggio da “cybernauti” di un mondo virtuale sicuro,  espressivo e libero per tutti, a cittadini attivi e consapevoli di una società tollerante, inclusiva, pluralistica e democratica.


LABORATORIO “GIU’ LA MASCHERA”: il corpo ci parla la mente “ci mente”

Psicologi scolastici - Classi seconde

Laboratori sulla conoscenza di sé e della propria identità e sull’alfabetizzazione emozionale per favorire l’instaurarsi di relazioni efficaci, sviluppare la consapevolezza corporea, promuovere l’espressività verbale e la maturazione emotiva attraverso la condivisione del proprio mondo interno con il mondo esterno, acquisire strategie di sfogo costruttivo delle tensioni, sapersi dirigere sul territorio per chiedere aiuto e ricevere supporto.

L’attività si struttura in una parte teorica proposta in modalità interattiva, attraverso visione di brevi videoclip, racconto di storie autobiografiche, citazione di modelli della mente e in una parte pratica laboratoriale, attraverso giochi stimolo (giochi di saggezza, giochi sul potere della mente e sull’autostima, giochi strategici per abbassare la tensione) che fanno da “traino” all’approfondimento teorico e implicano un maggior coinvolgimento personale, individuale e di gruppo, aumentano la condivisione e permettono di consolidare in memoria concetti complessi, rendendoli più concreti e più collegabili al proprio vissuto quotidiano.


LABORATORIO “L’HUB DEI TALENTI”: orientamento al futuro

Regione Lombardia – Classi terze, quarte e quinte

 Con metodologia attiva e partecipata, gli studenti potranno rinforzare la propria auto-consapevolezza (propensioni, talenti, obiettivi) funzionale alla scelta del proprio futuro formativo/lavorativo/di vita. Attraverso attività ludico-didattiche, il percorso permette ai ragazzi e alle ragazze di incrementare la conoscenza di sé e stimolare la riflessione su sogni e attitudini individuali; di lavorare sul proprio immaginario e i propri desideri nei termini di professione futura; di approfondire il concetto di stereotipo di genere, analizzandone in particolare la possibile influenza rispetto alle scelte formative e professionali; di acquisire informazioni chiare rispetto al sistema formativo post-diploma e ai servizi del territorio di supporto ai giovani (Informagiovani, università, associazioni).


LABORATORIO MEDIAZIONE DEI CONFLITTI

UNAM (Unione Nazionale Avvocati per la Mediazione) - Classi quarte e quinte

 Progetto laboratoriale che educa ad una gestione non conflittuale ma dialogica e mediata delle relazioni interpersonali in ogni ambito della vita privata, civile e pubblica, stimolando una forma mentis aperta al confronto e tesa alla valorizzazione dei punti di accordo condivisi su un terreno comune nella risoluzione dei problemi, piuttosto che su quelli di disaccordo, contrasto e conflitto. La mediazione, la negoziazione ed in genere le metodologie consensuali quali modalità privilegiate ed appropriate di risoluzione dei conflitti sono strumento efficace anche nell'ambito della giurisprudenza e dell’educazione alla legalità.

L’attività si struttura a partire da contenuti teorico formativi sulle tecniche e le strategie della comunicazione per giungere alla pratica e all’utilizzo di tali tecniche in simulazioni o casi di realtà, favorendo lo sviluppo di atteggiamenti di confronto, ascolto empatico e capacità di soluzioni improntate alla collaborazione e soddisfazione delle parti


 VOLONTARIATO E SOLIDARIETA’  

Classi quinte

 Il progetto ha il duplice scopo di far conoscere ai giovani il tessuto di solidarietà sociale e la rete di assistenza e di aiuto che caratterizza le comunità locali del proprio territorio e di sensibilizzarli al valore delle diverse forme di volontariato e associazionismo, come espressione del principio di sussidiarietà nel panorama locale, statale e internazionale. Alcuni Enti e Associazioni coinvolti negli specifici progetti di classe  nell’anno in corso sono la Caritas Ambrosiana, la Protezione Civile,  la Croce Verde, l’Associazione Mondo di Comunità e Famiglia, e per le forme di volontariato legate all’Educazione alla Salute e alla donazione, le Associazioni AVIS, AIDO e ADMO. Alcune attività proposte dall'istituto, a libera adesione da parte degli studenti, motivata da attitudini, interessi e orientamento ad un progetto futuro, arricchiscono l'ambito del PCTO